lunedì, 5 dicembre 2016

2Night, la notte di una coppia

2Night, la notte di una coppia

Roma, 17 ottobre (Fr. Pierl con intervista video di Stefano Amadio) – Lui (Matteo Martari), direttore per le risorse umane un po’ timido, e lei (Matilde Gioli), giovane donna libera che non ha paura di dire quello che pensa, (nella storia non vengono detti i loro nomi) si incontrano una sera in un locale. Comincia così, in una Roma notturna, l’avventura di 2Night, firmato da Ivan Silvestrini, versione italiana di un film omonimo israeliano del 2011 che ambientava la storia a Tel Aviv.

La dramedy di Silvestrini, che arriverà in sala per San Valentino con Bolero, debutta alla Festa di Roma con Alice nella città nella selezione ‘Panorama’.”Ho preferito non vedere l’originale per fare una cosa nostra – spiega Matilde Gioli -. Stavolta sono un po’ femme fatale, mi sono concessa atteggiamenti che non mi permetterei di avere nella vita reale. Interpretandola mi sono un po’ sfogata”.

Nel film l”attrazione fisica fra i due protagonisti, li porta ad andarsene insieme con destinazione la casa di lei. Ma arrivare, e soprattutto, trovare parcheggio, sarà molto più complicato del previsto. L’alchimia tra lei e Matteo Martari è nata ”dando ai personaggi la nostra sensibilità”. La milanese Gioli, che è stata quest’anno madrina dei Nastri d’argento, con il film ha potuto scoprire anche una Roma ”che non avevo mai visto. Se già mi piaceva ora ne sono innamorata”.

La vedremo in questa stagione anche in Mamma o papà di Riccardo Milani con Paola Cortellesi (”io interpreto un’infermiera amante di Antonio Albanese”) ed è sul set in Puglia ”di una storia con tutte donne protagoniste diretta da Diego Amodio. Sette personaggi femminili, tutti molto scorretti, ci saranno faville… ma non posso dire di più”.

Leggi anche