mercoledì, 23 agosto 2017

TFF: le giurie dei doc e dei corti

Il 34° Torino Film Festival (18-26 novembre 2016) ha annunciato le giurie dei concorsi dedicati ai documentari internazionali (Internazionale.doc), ai documentari italiani (Italiana.doc) e ai cortometraggi italiani (Italiana.corti).

Internazionale.doc

Kamal Aljafari (Germania), regista, artista di origini palestinesi, insegna anche regia al DFFB di Berlino. Ha partecipato al TFF nel 2009 con Port of Memory e nel 2015 con Recollection; nel 2016 il Festival di Lussas e la Cinémathèque Québecquoise gli hanno dedicato una retrospettiva.

 

Ann Caroline Renninger (Germania), produttrice eccentrica e appassionata, collabora con registi e artisti come Alexander Sokurov, René Frölke, Narimane Mari, Filipa César, Marta Popivoda, Anna Marziano.

 

Gaël Teicher (Francia), rugbista senza talento, ha deciso di diventare poco a poco produttore (Achard, Vecchiali, Brisseau), distributore (Pollet, Ouedraogo, Alassane) e editore (Straub e Huillet, van der Keuken, Pollet, e ancora Pollet).

 

Italiana.doc

Eleonora Danco (Italia), regista, attrice, drammaturga, performer, incursionista metropolitana e non solo, ha esordito in concorso al TFF32 con il suo primo lungometraggio N-Capace (due menzioni speciali).

 

Luciano Rigolini (Svizzera), produttore indipendente di registi come Chris Marker, Apichatpong Weerasethakul, Tsai Ming-Liang e Laurie Anderson, è stato responsabile per il documentario d’autore a ARTE.

 

Marcello Sannino (Italia), libraio fino al 2001, decide di dedicarsi al cinema come regista e direttore della fotografia. Partecipa a italiana.doc nel 2009 con Corde (Premio Speciale della Giuria) e nel 2012 con La seconda natura (menzione speciale).

 

Italiana.corti

Colapesce (Italia), cantautore atipico siciliano, di recente ha concepito, insieme all’illustratore Alessandro Baronciani, il Concerto Disegnato e musicato Isola di Fuoco, spettacolo ispirato a Vittorio De Seta.

 

Lucia Veronesi (Italia), diplomata in Pittura all’Accademia di Brera, realizza video, spesso girati in stop motion, in cui confluiscono pittura, collage e disegno. Ha partecipato al TFF nel 2014 con Le cose da lontano.

 

Matteo Zoppis (Italia), ha studiato regia a New York. Affascinato dalla sottile linea tra documentario e finzione, realizza Belva nera nel 2013 e nel 2015, insieme a Alessio Rigo de Righi, Il Solengo, Miglior Documentario Italiano al TFF.

 

 

Leggi anche