mercoledì, 23 agosto 2017

Taormina FF: dalla Mostra, le prime anticipazioni

Taormina FF: dalla Mostra, le prime anticipazioni

Anche quest’anno il TaorminaFilmFest, durante la 73. Mostra  Internazionale d’arte cinematografica di Venezia, presenta alcune anticipazioni del programma dell’edizione del 2017.
Alla star cinese Zhang Yuqi viene consegnato il Taormina Arte Award, per lanciare il Focus Cina che si terrà durante la prossima edizione del TaorminaFilmFest diretto e
organizzato da Tiziana Rocca nel giugno 2017 e che rappresenta la prossima tappa italiana del convegno dedicato ai rapporti tra Cina e Italia proseguendo
idealmente i lavori veneziani, secondo le indicazioni del Ministro Franceschini, che vede nella costanza dei rapporti, il mezzo migliore per dare vita a progetti comuni e a scambi di conoscenza cultura e turistica tra i due Paesi.
“Ringrazio il Ministro Franceschini per la fiducia accordatami nel portare anche al Festival di Taormina il Focus Cina. – sottolinea Tiziana Rocca, General Manager del TaorminaFilmFest-.  Da sempre insieme ad ANICA e
Ice, durante la manifestazione siciliana, abbiamo dato spazio all’audiovisivo di altri paesi per sollecitare coproduzioni e collaborazioni utili a tutto il settore. La comunione di interessi tra Italia e Cina credo sia molto importante per i  mercati cinematografici e televisivi di entrambi i paesi”.
“Mi congratulo con l’attrice Zhang Yuqi per l’importante riconoscimento ottenuto. – questo il messaggio di Anthony Barbagallo, Assessore a regionale Turismo, Sport e Spettacolo -.Da tempo il nostro assessorato ha ribadito la
volontà di intensificare i rapporti con produttori cinesi e avviare sinergie proficue con operatori del settore cinematografico nella consapevolezza che quello orientale è un mercato ampio e attento alle novità e sopratutto alla
qualità dell’offerta. Consideriamo la Cina un interlocutore privilegiato. Vogliamo attrarre produttori cinesi in Sicilia che, con le sue meravigliose bellezze paesaggistiche, si offre come set naturale, e mi auguro che con il focus si avvii una collaborazione intensa e strategica anche per lo sviluppo del nostro territorio”.
“Sono molto contento che il Focus Cina dal Festival di Venezia approdi a Taormina. Grazie al lavoro svolto in questi anni da Agnus Dei di Tiziana Rocca che ha sempre portato produttori attraverso l’ incoming, interessati al
territorio.  – sottolinea Eligio Giardina, Sindaco di Taormina -L’Italia è in particolare il territorio siciliano sono sicuro possano essere location importanti per l’audiovisivo cinese”.
L’Italia e la Cina si sono confrontati, infatti, a Venezia sulle
prospettive di collaborazione delle industrie dell’audiovisivo (cinema, TV e animazione), alla presenza del Ministro per i beni e le attività culturali Dario Franceschini, che chiuderà i lavori e che ha dato l’impulso al convegno, con la sua recente visita ufficiale in Cina, dove ha inaugurato il desk audiovisivo presso Ice.
Si sono riunite al Lido di Venezia le maggiori cariche istituzionali dell’audiovisivo italiano e cinese si incontrano per parlare dei vari settori interessati alla creazione di un’asse di sviluppo culturale ed economico tra i
due paesi.

Madrina del convegno veneziano Maria Grazia Cucinotta che, con “C’è sempre un perché” – presentato in anteprima durante la scorsa edizione del TaorminaFilmFest – di cui è  protagonista e produttrice, segna la prima
collaborazione cinematografica tra Italia e Cina.
Il primo risultato importante della collaborazione tra Italia e Cina, sorto dal Focus, secondo quanto dichiarato da Stabile, e’ che grazie a Xinhuanet, in accordo con la DG Cinema del Mibact e ANICA, si è potuta fare una
importante donazione in favore delle vittime del terremoto, con somme che lo sponsor aveva destinato ad attività di natura non in sintonia con il grave lutto, che ha recentemente colpito il nostro Paese, e che con grande sensibilità e disponibilità dello spia suor cinese sono state utilizzate in modo umanitario.
Mentre a Valeria Solarino viene consegnato Il Premio Cariddi SNCCI TaorminaFilmFest, riconoscimento nato in collaborazione tra il Festival di Taormina e il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani e il suo Presidente Franco Montini, con la seguente motivazione: “L’eleganza,
il talento, la professionalità, il fascino: un raffinato mix di doni naturali e costante impegno nello studio hanno fatto di Valeria Solarino, sguardo luminoso e penetrante, una delle giovani interpreti più valide e ricercate del cinema
italiano. Una carriera svolta sul set attraversando in tutti i generi: dalla commedia al drammatico, dal cinema popolare a quello d’autore, con personaggi, di volta in volta, molto diversi. Donne forti e determinate come Emma di Signorina Effe di Wilma Labate o Anna, il magistrato de La terra dei santi di Fernando Muraca; donne coraggiose e trasgressive come Angela di Viola di
Donatella Maiorca o disturbate come Anna de Una donna per amica di Giovanni Veronesi, con la capacità di lasciare un segno anche in ruoli secondari, a dimostrazione che nel cinema non ci sono piccoli ruoli, ma solo piccoli attori.
Doti di interprete confermate in teatro, come dimostra la convincente performance offerta nel ruolo della protagonista in La signorina Giulia di
Strindberg per la regia di Valter Malosti”.
L’incontro veneziano è anche una tappa importante per vedere lo stato dei lavori della campagna #HomelessZero organizzata insieme al Festival di
Taormina da fio.PSD (Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora) e dal Ministero delle Politiche Sociali. La campagna, sostenuta da Richard Gere che da anni promuove iniziative in tutto il mondo a favore delle
persone senza dimora, è stata presentata lo scorso giugno a Taormina dove  il Ministro delle Politiche Sociali Giuliano Poletti ha firmato un protocollo d’intesa con la fio.PSD.

Leggi anche