martedì, 11 dicembre 2018

Ride apre il trento Film Festival

Ride apre il trento Film Festival

Roma, 9 ottobre – La Gazzetta dello Sport ha scelto Trento come sede del Festival dello Sport, un nuovo format che dall’11 al 14 ottobre animerà la città con una sfilata di campioni da tutto il mondo, esponenti delle più diverse discipline, e con attività sportive di piazza che coinvolgeranno il pubblico con esibizioni e dimostrazioni promozionali.

Ci sarà molto spazio dedicato al cinema e al suo rapporto con lo sport, e non poteva quindi non nascere una collaborazione con il Trento Film Festival. Due le proiezioni al Supercinema Vittoria organizzate in collaborazione con il Trento Film Festival.

Giovedì 11 in apertura della manifestazione sarà proiettato Ride, il nuovo film della coppia di produttori formata da Fabio Guaglione e Fabio Resinaro per la regia di Jacopo Rondinelli, girato interamente in Trentino grazie alla collaborazione della Trentino Film Commission.

Due riders con parecchi problemi di soldi. La soluzione: una gara estrema di downhill. Giù a capofitto fra boschi e montagne, tra i circuiti dell’Altopiano della Paganella e di San Martino di Castrozza. In palio 250.000 dollari, e qualcosa di più. Il tutto (o quasi) girato con telecamere GoPro, di sorveglianza, droni. Occhi segreti e “non ufficiali” sempre incollati ai protagonisti. Thriller adrenalinico venato di hunger games, Ride ha l’obiettivo ambizioso di scrivere un nuovo capitolo del cinema d’intrattenimento italiano.

L’appuntamento è per giovedì 11 ottobre alle 18.30 presso il Supercinema Vittoria di Trento; per l’occasione saranno presenti in sala il regista Jacopo Rondinelli e uno degli autori Fabio Guaglione.

Sabato 13 (ore 15.00) spazio a Ultra, del regista ungherese Balazs Simonyi, che mette al centro la fatica sovrumana di centinaia di atleti che ogni anno partecipano a una delle gare più prestigiose e impegnative del mondo, la Spartathlon: i 246 km che dividono le città di Atene e Sparta devono essere percorsi in 36 ore, e chi parte non è certo di arrivare fino in fondo …

Leggi anche