giovedì, 22 giugno 2017

Progetto su Alice Valenti vince Sicilia in luce

Progetto su Alice Valenti vince Sicilia in luce

Roma, 8 febbraio – Un riconoscimento per filmmaker siciliani under 35, il contest “Sicilia in Luce”, annunciato durante la scorsa edizione di Terre di Cinema e realizzato in collaborazione con l’Istituto Luce-Cinecittà e l’Università di Catania, premia la migliore sinossi originale per un documentario da non più di 24 minuti sul tema del Mediterraneo. Il premio di quest’anno è stato assegnato al progetto legato all’artista Alice Valenti, ultima esponente della scuola pittorica dei carretti siciliani, che immagina la pittura di un gozzo e scopre lo straordinario mondo a rischio scomparsa dei maestri d’ascia di Aci Trezza. Il documentario, attualmente in lavorazione, sarà arricchito dal premio del contest: 3 minuti di materiale d’archivio offerti dall’Istituto Luce-Cinecittà.

 ‘Sicilia in Luce’ nasce dalla volontà di rendere protagonista il territorio in cui si svolge Terre di Cinema – spiega Vincenzo Condorelli, direttore artistico e fondatore del Festival –, una manifestazione che si caratterizza soprattutto per la sua dimensione internazionale”. Proprio per soddisfare questa esigenza, la direzione del Festival ha pensato di “trovare un modo originale per sostenere concretamente le produzioni degli artisti e filmmaker siciliani”. Determinante la collaborazione con l’ente che custodisce la memoria cinematografica e visiva del nostro paese: “tutto questo – conclude Condorelli – non sarebbe stato possibile senza il sostegno determinante dell’Istituto Luce-Cinecittà, che ringrazio di cuore per essere al nostro fianco in questa iniziativa”.

Una conferma che arriva direttamente da Enrico Bufalini, Direttore Archivio Storico, Cinema e Documentaristica. “Come Istituto Luce-Cinecittà siamo due volte coinvolti e contenti nell’accompagnare il contest di Terre di Cinema, per l’attenzione che rivolge alla scoperta di giovani talenti – cioè una delle nostre storiche mission – e per lo sguardo di questa edizione sul Mediterraneo. Un’area fondamentale non solo in chiave geopolitica, ma per la nostra cultura. Non è un caso che Luce abbia prodotto lo scorso anno Fuocoammare di Gianfranco Rosi, che racconta la grande sfida umana e culturale nel mezzo del nostro mare. O che diversi progetti del grande Archivio Luce puntino al Mediterraneo, e alla Sicilia, come a chiavi d’accesso all’Europa, e alla memoria del nostro tempo. Che cinema del reale, giovani autori e immagini d’archivio si leghino al Mediterraneo dentro al progetto premiato, è un esito che condividiamo felicemente con Terre di Cinema”.

Il lavoro premiato, che verrà presentato durante l’edizione 2017 di Terre di Cinema per la prima volta a Catania, segue la storia di Alice Valenti, catanese e unica donna a ereditare l’antica e complessa tradizione della pittura dei carretti siciliani. L’artista decide di far rivivere l’arte della pittura del gozzo, una piccola imbarcazione in legno che ancora oggi in diversi borghi marinari dell’Isola si utilizza per la pesca e il turismo. In questo percorso di scoperta, Alice Valenti incontra Aci Trezza, la terra verghiana per eccellenza, e soprattutto il cantiere Rodolico che ha visto quattro generazioni di maestri d’ascia e che ormai resta l’ultimo avamposto di questa tradizione nella Riviera dei Ciclopi.

Il documentario è diretto da Riccardo Napoli e Vincenzo Drago e vuole essere “un contributo per un modello di sviluppo fertile – spiegano i due registi –, che nella tutela e nella valorizzazione del patrimonio ambientale, culturale, storico, vede la possibilità di un futuro economicamente sostenibile e produttivo”.

Il Festival Terre di Cinema è la manifestazione principale in Italia esclusivamente dedicata all’immagine cinematografica e al lavoro dei suoi autori, i direttori della fotografia. Fin dalla sua nascita è realizzato con il sostegno della Sicilia Film Commission – Assessorato Regionale al Turismo, Sport, Spettacoli, in collaborazione con la Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia – Scuola Nazionale di Cinema ed AIC – Associazione Italiana Autori della Fotografia Cinematografica. Tra i partner Quest’anno il Festival, che vede Kodak tra i principali partner tecnici della manifestazione, si terrà a partire dal prossimo 20 maggio e fino al 5 giugno al Cinema King a Catania.

Leggi anche