domenica, 20 agosto 2017

Il ‘77 in Cineteca

Con l’uscita del film di Francesco Munzi Assalto al cielo, distribuito da Luce Cinecittà, e appena segnalato con una menzione speciale ai nastri d’Argento la Cineteca di Bologna riflette quarant’anni dopo sul 1977,anno di particolare interesse nella storia recente e anche nel cinema: l’anno degli indiani metropolitani, del femminismo, dell’autonomia, della creatività al potere. Tra documenti d’archivio film importanti comeIl cacciatore, La rabbia giovane o I duellanti, cinema d’impegno civile in Italia Un borghese piccolo piccolo, Todo Modo, Padre padrone, La terza generazione) e autori come Buñuel, il giovane Moretti, Fassbinder e per esempio  Dario Argento, ecco le foto di Scuro, gli Skiantos, le immagini dei manifestanti filmati dalla Questura, dall’artista Piero Copertini e dal jazzista Nardo Giardina, Ecce bombo. È il 1977. Così la Cineteca di Bologna a quarant’anni esatti da un momento cruciale della nostra storia: fino a venerdì 31 marzo al Cinema Lumière Assalto al cielo. Le immagini del ’77, mostra di immagini d’epoca (alcune delle quali rarissime, come quelle del Living Theatre all’ospedale psichiatrico Roncati) e film che hanno segnato quell’anno, come Ecce bombo, appunto, che ne è uno degli emblemi.

Leggi anche