lunedì, 23 luglio 2018

Gli scrittori del cinema chiedono all’Ue un nuovo copyright

Bruxelles 3 Luglio- Writers Guild Italia, il sindacato degli scrittori di cinema, tv e web – invita tutti i Parlamentari europei a votare a favore dell’approvazione della direttiva sul Copyright e si rivolge al Governo Italiano perché sostenga la categoria degli autori in questa battaglia. Il 5 luglio il Parlamento Europeo sarà chiamato ad esprimersi sulla regolamentazione del Diritto d’Autore nel mercato unico digitale. La direttiva
per la prima volta nella storia dell’Unione Europea, regolamenta per legge il Copyright e sancisce, con gli articoli 13, 14a, 15, 16 e 16a, il diritto degli Autori di contenuti audiovisivi a una giusta remunerazione attraverso la ripartizione dei proventi derivati dallo sfruttamento delle loro opere, oltre ad imporre l’obbligo di comunicazione da parte di broadcaster e delle piattaforme digitali della trasmissione e dello
sfruttamento delle opere ai titolari legali dei diritti d’autore
(“triangolo della trasparenza”). Attualmente non ci sono norme europee condivise tra tutti gli
Stati membri a tutela del Copyright, e le opere possono essere diffuse da
chiunque senza alcun obbligo o sanzione e senza i dovuti riconoscimenti agli autori di tali
opere. I proventi generati dal settore audiovisivo, grazie al fondamentale
lavoro di creazione degli autori, vanno attualmente ad esclusivo
beneficio dei colossi di Internet, i cosiddetti FAGA (Facebook, Amazon,
Google e Apple), e non solo.

Leggi anche