domenica, 11 dicembre 2016

Efebo d’Oro: vince Mordini

Presentato a Palermo l’Efebo d’Oro: “Pericle il Nero” di Stefano Mordini, interpretato da un inedito Riccardo Scamarcio, ha vinto la 38a edizione del Premio. Il film è un noir brutale e romantico, liberamente ispirato al romanzo di culto dell’ischitano Giuseppe Ferrandino, ma trasferito tra le nebbie del Belgio, dove l’esigenza di riappropriazione di un’identità del protagonista, assume contorni più forti che nella pagina scritta.

Il Premio per la miglior Opera prima va invece al siciliano Piero Messina per “L’attesa”, ispirato a Pirandello e interpretato da Juliette Binoche. Il riconoscimento per il miglior saggio di cinema va a “L’isola che non c’è – Viaggio nel cinema che non vedremo mai” di Gian Piero Brunetta.

Il riconoscimento alla carriera della Banca Popolare Sant’Angelo è andato alla regista francese Agnès Varda, che sarà presente alla cerimonia di premiazione del 27 novembre, condotta dall’attore Livio Beshir. Alla regista francese sarà dedicata un’ampia retrospettiva tra film e documentari, selezionati con la sua stessa consulenza, tra le opere più emblematiche della sua carriera, dal suo film d’esordio, quel “La Pointe Courte” che nel 1954 fece conoscere al pubblico Philippe Noiret.

Il premio per i Nuovi linguaggi al videoartista spetta allo scozzese Douglas Gordon, che parteciperà, insieme al critico d’arte Mario Codognato, a un incontro con il pubblico condotto dal giornalista Marco Vallora.

 

 

Leggi anche