lunedì, 25 settembre 2017

DWA Doc/it Women Award: chi ha vinto

DWA Doc/it Women Award: chi ha vinto

Il DWA Doc/it Women Award premio al racconto, alla creatività e all’imprenditorialità al femminile ideato e promosso da Doc/it e ospitato a Venezia dalle Giornate degli Autori, annuncia la vincitrice e le 4 finaliste della prima edizione del nuovo Premio allo Sviluppo di documentari atto a favorire la parità di genere sia in ambito creativo che produttivo. Il DWA Doc/it Women Award, aperto a tutti i progetti di documentario in sviluppo con 2 requisiti su 3 (storia, regia, produzione) di presenza al femminile, si avvale del patrocinio di Eurimages, FNSI Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Regione Lazio e Giornate degli Autori-VeniceDays.

Vince il DWA il progetto Rhapsody in June di Barbara Andriano e Guendalina di Marco una produzione Filmika. Il progetto racconta la vita rocambolesca dell’ultima principessa di Birmania. Yadana Nat May, Maria Lucia Postiglione, June Rose Bellamy. Tre nomi diversi che raccontano la vita di una donna sui generis dal fascino senza tempo. Volitiva e coraggiosa ha vissuto all’insegna del “carpe diem” e del suo smodato bisogno di libertà.  Ultima principessa della dinastia reale Birmana, dotata di una disarmante bellezza, è stata moglie di un malariologo napoletano, compagna di un mossiere senese e sposa del feroce Ne Win, dittatore della Birmania. Sullo sfondo l’affresco di un paese che ha cambiato volto, un discusso matrimonio e infine la cucina come seconda possibilità per una nuova vita.

Gli altri progetti finalisti del DWA sono: A Kurdish Women’s Dream di Giulia Bertoluzzi, Costanza Spocci e Eleonora Vio, una produzione Small Boss e Nawart Press, Almost Nothing _ Cern. A social experiment di Anna de Manincor (ZimmerFrei), Anna Rispoli, una produzione Bo Film, Uncut di Simona Ghizzoni e Emanuala Zappalà una produzione Zona e Voglio una ruota di Antonella Bianco, una produzione Gamera.

Sono stati ben 64 i progetti arrivati e sottoposti alla giuria presieduta da Agnese Fontana – Presidente di Doc/it, affiancata da Sherin Salvetti, General Manager di A+E Networks Italy, Iole Giannattasio – Rappresentante italiana di Eurimages, Paolo Butturini, Segreteria Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Giuliana Gamba, Giornate degli Autori, Venice Days. Cristina Priarone, Direttore Roma Lazio Film Commission.

A+E NETWORKS ITALY assegnerà il Premio di € 2.000 al progetto vincitore e la copertura delle spese di viaggio per la partecipazione alle sessioni di Pitching. Il progetto vincitore infatti si aggiudica inoltre l’opportunità di accesso diretto ai mercati nazionale ed internazionale attraverso 3 sessioni di pitching: IDS Academy (Palermo, 12-16 settembre); Visioni dal mondo/Visioni incontra (Milano, 5-9 ottobre); MEDIMED (Sitges, 13-16 ottobre).

 

Leggi anche