venerdì, 23 giugno 2017

Daniela Currò Conservatrice della Cineteca Nazionale

Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione CSC – a completamento di una procedura selettiva pubblica internazionale – ha conferito l’incarico di Conservatore della Cineteca Nazionale alla Dottoressa Daniela Currò, proveniente dalla George  Eastman House, il più antico museo del mondo dedicato alla fotografia e uno dei più antichi archivi cinematografici, aperto al pubblico il 9 novembre 1949 a Rochester, nello Stato di New York.

 

“Dopo un approfondito esame della candidature proposte e dei relativi curricula professionali – ha dichiarato il presidente della Fondazione CSC Felice Laudadio – il CdA ha affidato il prestigioso incarico di Conservatore a Daniela Currò, studiosa di cinema e professionista qualificata, che vanta un’invidiabile esperienza pregressa nel delicato lavoro di conservazione del patrimonio filmico, maturata in una grande istituzione americana. Ma è più giusto chiamarla Conservatrice, giacché per la prima volta nella storia a dirigere la CN sarà una donna. Un talento di ritorno, che dopo una lunga ed intensa esperienza formativa e lavorativa all’estero può finalmente tornare in Italia, con la determinata volontà di mettere al servizio della Cineteca Nazionale le proprie conoscenze e competenze. Con questi auspici le diamo il nostro più cordiale benvenuto”.

 

“Rientro in Italia – ha dichiarato Daniela Currò – dopo un’esperienza decennale tra Nord Europa e Stati Uniti. Lavorare all’estero mi ha dato e insegnato tanto, e ha aperto per me nuovi orizzonti; ma io sono innanzitutto italiana, e lavorare in Italia – nel mio Paese e per il mio Paese – è per me motivo di grande orgoglio. Servire la più alta istituzione nazionale per la conservazione e diffusione del patrimonio cinematografico è un onore, ed è con vivo entusiasmo che ricevo l’incarico di Conservatrice della Cineteca Nazionale, mentre ringrazio il Presidente del Centro Sperimentale di Cinematografia Felice Laudadio e il Consiglio d’Amministrazione per avermi prescelta per questo prestigioso incarico”.

 

 

Leggi anche