giovedì, 1 ottobre 2020

Biennale College: i progetti che diventeranno film

Biennale College: i progetti che diventeranno film

Sono stati scelti i 4 progetti che accedono alla fase di realizzazione dei film della 4a edizione di Biennale College – Cinema (2015 – 2016). Si tratta dell’iniziativa lanciata nel 2012 dalla Biennale di Venezia, che promuove nuovi talenti offrendo loro di operare a contatto di maestri, per la realizzazione di lungometraggi a micro budget.

 

Oltre ai 3 progetti tradizionalmente scelti al termine del primo workshop fra 12 selezionati da tutto il mondo (provenienti quest’anno da Canada, Cina, Germania, India, Inghilterra, Italia, Olanda, Romania, Venezuela, Usa), la Biennale ha ammesso in via eccezionale anche il progetto italiano che ha ottenuto maggior considerazione per interesse e qualità.

 

Sono state pertanto scelte per la prossima fase tre opere prime e una opera seconda (nello specifico quella italiana), qui indicate in ordine alfabetico di titolo:

Mukti Bhawan – Hotel Salvation (India) – Shubhashish Bhutiani (regista), Sanjay Bhutiani (produttore)

Orecchie – Ears (Italia) – Alessandro Aronadio (regista), Costanza Coldagelli (produttrice)

Quimilí (Argentina) – Sofia Brockenshire (regista), Verena Kuri (regista, produttrice)

La Soledad (Venezuela) – Jorge Thielen Armand (regista), Adriana Herrera (produttrice), Manon Ardisson (produttrice)

 

I 4 team scelti parteciperanno ora a due ulteriori workshop, sempre a Venezia, dal 3 al 6 dicembre 2015 e dal 10 al 14 gennaio 2016. Questi apriranno la possibilità alla realizzazione vera e propria di 4 lungometraggi a microbudget tramite un contributo di 150.000 euro ciascuno, che saranno poi presentati alla 73. Mostra del Cinema di Venezia 2016.

Leggi anche