venerdì, 10 luglio 2020

Berlinale: Unsane, Soderbergh in un Iphone

Berlinale: Unsane, Soderbergh in un Iphone

Berlino 21 Febbraio (red. Cin.)- Due settimane di set con un Iphone e Steven Soderbergh porta alla Berlinale l’esperimento di Unsane, un thriller/horror, in concorso, sceneggiato con James Greer che lo ha convinto a tentare con il telefonino un verifica sulla “possibilità di poter posizionare l’obiettivo ovunque e in pochi secondi, girando immediatamente la scena, con un livello di energia sempre alto durante le riprese”.

Il film racconta la storia di una donna (la protagonista è Claire Foy, vista su Netflix in The Crown) preda di uno stalker che la costringe a trasferirsi in un’altra città. Quando si affida ad un centro di supporto psicologico, viene internata contro la sua volontà. Nel film si parla anche di molestie ma Soderbergh dice che “è solo una coincidenza, la scena è stata girata molto prima che esplodesse il caso Weinstein”. Il regista che cinque anni fa aveva annunciato di lasciare il cinema ha spiegato di aver cambiato idea lavorando alla serie The Knick. “Tornando sul set” ha spiegato “ho deciso di continuare, e questo film, più di tutti gli altri, mi ha riportato indietro,all’adolescenza”.Nel cast anche Joshua Leonard e un cameo di Matt Damon.

Leggi anche