martedì, 26 settembre 2017

A Riondino il Premio Kinéo Anniversario dei 15 anni

Il Premio Kinéo Anniversario dei 15 anni a Michele Riondino, a Venezia con Diva!, il documentario diretto da Francesco Patierno e tratto da “Quanti sono i domani passati” a cura di Enrico Rotelli libro autobiografico di Valentina Cortese, prodotto da Casta Diva Pictures, D.O. Production..

 “Un riconoscimento per il suo lavoro artistico e per la qualità umana. Dal “Giovane Montalbano” al Francesco de “Il passato è una terra straniera”, dall’Alessio di “Acciaio” al Blasco de “Il segreto dell’acqua” di De Maria, “Mennea”, “La ragazza del mondo, “Falchi”, ruoli mai scontati, come quelli più sfumati dei film di Martone e Mieli fino a Diva! di Francesco Patierno. Riondino è artista a tutto tondo che con grande capacità e professionalità passa dal cinema, alla televisione e al teatro con spettacoli memorabili come “Giulio Cesare” e “Angelicamente anarchici”– sottolineano Rosetta Sannelli e Tiziana Rocca -. Sempre determinato nella scelta dei personaggi da interpretare e nell’impegno sociale per la sua città, Taranto. Animatore del Comitato per i cittadini e lavoratori e del momento di aggregazione nel Concerto del 1° maggio. Michele è l’esempio dell’artista che può permettersi di non essere una star!”.

Il Premio Kinéo-Diamanti al cinema che festeggia quest’anno la sua 15esima edizione, è l’unico riconoscimento votato dal grande pubblico delle sale. Il Kinéo è nato nel 2002 per iniziativa del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per promuovere la cinematografia nazionale, promosso  dall’Associazione Culturale Kinéo presieduta da Rosetta Sannelli che ha ideato il progetto e prodotto da Agnus Dei Production di Tiziana Rocca che ne è anche il General Director.

 

 

Leggi anche