sabato, 21 settembre 2019

Non ci resta che il crimine in testa al botteghino

Non ci resta che il crimine in testa al botteghino

Roma, 14 Gennaio 2019- Quasi 2 milioni di euro nei 443 schermi dove è uscito lo scorso giovedi. Non ci resta che il crimine vince al botteghino il primo fine settimana di uscita. UN entusiasmo che ha contagiato anche la produttrice Federica Lucisano: “E’ una grande gioia, che unisce tutti quelli che a livello produttivo e distributivo si sono impegnati per raggiungere questo risultato. Il cinema italiano è vivo, forte, solido ed ha tanto da offrire al pubblico.” Un successo che Paolo Del Brocco, Amministratore Delegato di Rai Cinema, ha commentato: “E’ un risultato che ci rende particolarmente orgogliosi. Non ci resta che il crimine è una commedia “di genere” spassosa, ben congegnata, che è riuscita a fondere toni e atmosfere, linguaggi e stili narrativi cinematograficamente distanti. Massimiliano Bruno ha superato la prova a pieni voti e il pubblico gli ha dato ragione.”
I personaggi interpretati da Alessandro Gassmann, Marco Giallini e Gianmarco Tognazzi, e lo spietato boss impersonato da Edoardo Leo, la sua dirompente amante Ilenia Pastorelli e il geniale Gianfranco di Massimiliano Bruno hanno conquistato il pubblico, la necessità in alcuni casi di spettacoli aggiuntivi.

Leggi anche