lunedì, 23 luglio 2018

Nasce Associazione compositori musica da film

Nasce Associazione compositori musica da film

Roma, 23 ottobre -I  compositori di musica da film affrontano oggi le difficoltà derivanti dalla crisi di due importanti settori: quello cinematografico e quello discografico. Le colonne sonore, un tempo fiore all’occhiello della produzione musicale nostrana, non hanno quasi più mercato e numerose etichette, editori, studi di registrazione hanno già chiuso i battenti. I nostri produttori cinematografici storicamente non investono o comunque investono troppo poco nella creazione delle colonne sonore originali e concedono tempi di realizzazione sempre più risicati, al punto che numerosi compositori si trovano costretti a rinunciare alle orchestre, a utilizzare nelle loro opere solo strumenti virtuali e a rivestire allo stesso tempo, quando possono, anche il ruolo di editori di se stessi.

Inoltre, il compenso per il diritto d’autore in Tv si è notevolmente abbassato, soprattutto per la trasmissione di film sulle nuove reti tematiche, per non parlare dello streaming sulle piattaforme on line. Infine, all’interno della nuova legge cinema e dei suoi decreti attuativi non è prevista alcuna voce a tutela delle musiche per film.

Ed è per rispondere a questa situazione, sempre più grave, che nasce l’esigenza di discutere pubblicamente le problematiche relative alla creazione e alla realizzazione della colonna sonora nell’ambito degli attuali scenari produttivi di un film. Perché, continuando così, il rischio è che il cinema italiano finisca per perdere definitivamente una delle principali qualità che un tempo ha contribuito a renderlo grande e apprezzato in tutto il mondo.

Nasce per questo motivo l’ACMF – Associazione Compositori Musica da Film, costituitasi lo scorso 28 aprile. L’associazione intende opporsi alle strettoie di meccanismi produttivi improvvisati, nocivi per l’arte della composizione della musica da film, intende tutelare i propri associati nella loro vita professionale e incentivare regole eque e trasparenti: dalla creazione alla realizzazione, dalla distribuzione alla gestione del diritto d’autore, promuovendo la diffusione della cultura e della creatività musicale, anche tramite iniziative e workshop destinati alle nuove generazioni di compositori.

Interverranno all’incontro, che sarà coordinato dal giornalista Marco Spagnoli:
Pivio – presidente pro tempore di ACMF (con Aldo De Scalzi: Ammore e malavita, Song’ e Napule, L’odore della notte, Il bagno turco)

Giuliano Taviani – vice-presidente pro tempore di ACMF (Una questione privata, Anime nere, Cesare deve morire, Nessuno mi può giudicare)

Claudio Messina – segretario pro tempore di ACMF (ex editore RTI)

Leggi anche