mercoledì, 23 agosto 2017

Il mondo dei rifugiati in un corto

Il mondo dei rifugiati in un corto

Roma, 6 giugno (R. Mil.) – Concentrare in due minuti il concetto di diritto d’asilo per i profughi che arrivano senza sosta nel nostro Paese, è l’invito che il  Consiglio Italiano per i Rifugiati (CIR) rivolge a tutti coloro che intendono raccontare, con il linguaggio cinematografico e il proprio originale punto di vista, il mondo dei richiedenti asilo e dei rifugiati. Il concorso, riservato ai cortometraggi, si intitola Fammi vedere, è giunto alla terza edizione e c’è tempo fino al 15 ottobre per inviare il filmato.

“Siamo convinti che in un momento in cui si parla tanto, ma anche in modo convulso, di immigrazione e rifugiati, uno sguardo sensibile che riesca a raccontare storie, creare suggestioni con l’ambizione di guardare a questo tema con occhi e poetiche innovative e parlare di incontro, necessità e accoglienza, sia la chiave essenziale – sottolinea il Presidente del CIR Roberto Zaccaria – per una comunicazione che getti i presupposti per una vera integrazione”.

Un argomento cui ha riservato attenzione anche il Sindacato nazionale giornalisti cinematografici assegnando quest’anno un Premio speciale al corto di animazione Frontiers di Hermes Mangialardo nella selezione “Corti d’Argento” dei Nastri d’Argento.

I premi in palio sono tre rispettivamente di 1.000, 500 e 300 euro. Il CIR, inoltre, inserirà i cortometraggi finalisti sul proprio canale e si riserva di adottare i cortometraggi vincitori del concorso per le proprie campagne di comunicazione sociale e di raccolta fondi sui mezzi radiotelevisivi

L’iniziativa è sostenuta da personalità del mondo della cultura e dello spettacolo che parteciperanno al lavoro della giuria e potranno presentare, fuori concorso, dei propri contributi sul tema del diritto d’asilo. La giuria è composta da: Laura Delli Colli (presidente), Monica Guerritore, Roberto Faenza, Gabriele Lavia, Enzo D’Alò, Mario Morcone, Pasquale Scimeca, Carlo Brancaleoni, Mimma Nocelli, Giancarlo Loffarelli, Rachid Benajd, Gianmario Gillio, Hermes Mangialardo, Silvia Costa, Ivan Silvestrini, Pino Corrias, Ninni Bruschetta, Valerio Cataldi, Walter Veltroni. Della giuria fanno parte anche Roberto Zaccaria, Christopher Hein e Fiorella Rathaus  rispettivamente Presidente, Portavoce e Direttrice del CIR e potranno essere eventualmente chiamati ad integrarla esponenti del mondo dei rifugiati, delle associazioni, dei media e del mondo scolastico.

.

 

Leggi anche