domenica, 11 dicembre 2016

I premi dell’International Tour Film Fest 2016

I premi dell’International Tour Film Fest 2016

Civitavecchia, 15 ottobre – Con la proclamazione dei documentari e dei cortometraggi vincitori, si è conclusa a Civitavecchia la 5° edizione dell’International Tour Film Fest 2016 ideato e organizzato dall’associazione culturale Civita Film Commission, che promuove l’arte cinematografica come fattore di sviluppo culturale e turistico, presieduta da Piero Pacchiarotti. Ad inaugurare la manifestazione è stato il film di Ettore Scola (scomparso a gennaio di quest’anno) Che ora è, interpretato da Marcello Mastroianni e Massimo Troisi e girato interamente a Civitavecchia le cui fasi di ripresa sono state riproposte in una mostra fotografica.

Le proiezioni, anche delle opere in concorso, sono state affiancate da una serie di eventi tra cui altre due mostre – “Stars in the Mirror” della pittrice Ombretta Del Monte e “Special Effect FX” del creatore di effetti speciali Marco Pavani – e le presentazioni di alcuni libri. Tra gli altri “Il cinema nel cuore” di Giorgio Capitani, “Pier Paolo Pasolini. Io so…” di Enzo De Camillis e “Pane, film e fantasia” di Laura Delli Colli presidente del Sindacato Giornalisti Cinematografici Italiani con la quale, insieme al Segretario generale Romano Milani, sono stati anche festeggiati i 70 anni dei Nastri d’Argento.

Numerosi gli ospiti intervenuti nei giorni della manifestazione tra i quali ricordiamo Saverio Vallone, la star degli spaghetti-western George Hilton,  il pluricampione di boxe Silvio Branco che  proprio a Civitavecchia ha conquistato uno dei suoi titoli mondiali, il direttore della fotografia Nino Celeste, l’attrice e cantante italo-giapponese Honghu Ada interprete di Squadra antimafia 8 Carlotta Bolognini, scrittrice e autrice del film Figli del set, il regista Luigi Parisi, il coreografo Damiano Bisozzi, gli attori Massimiliano Buzzanca, Ira Fronten, Jun Ichikawa e Marilu De Nicola avvicendatisi sul palco con i vincitori nel corso della serata conclusiva, condotta  da Fabrizio De Luca, in cui sono stati proclamati i vincitori dell’ITFF.

4 le sezioni in cui erano suddivise le opere concorrenti: nella fiction e nell’animazione si è affermata la Germania con Dr. Illegal di Hadi Khanjanpour e Trial & Error di Antje Heyn, mentre la Francia ha prevalso nella sezione turismo con À l’ècart di Victoria Darves Bornoz nella quale è stata assegnata anche una Menzione speciale della giuria al cinese Ideal match di Cheng Xiao-Xing. All’Italia è andato il successo nel documentario con Fuitina di Salvo Spoto e Vito Trecarichi, mentre la Spagna, con Viaje a pies di Khris Cembe  ha conquistato il Premio della critica.

Le giurie erano presiedute da Antony Chrystov della PIXAR Studios (animazione), Roland Seyko dell’Istituto Luce (documentario), Daniele Falleri regista (fiction), Dundar Kesapli giornalista Stampa estera (turismo),  Romano Milani  SNGCI (critica).

Premi anche per gli studenti di Civitavecchia che hanno partecipato al Progetto videocity: hanno vinto Civitavecchia what else di Marco De Santis (ISS Calamatta); Civitavecchia: conoscerla per amarla di  Giovanni Fraticelli (IPSAR Cappannari) e Con gli occhi con il cuore della IVc linguistico del liceo Galilei.

 

 

 

Leggi anche