domenica, 19 maggio 2019

Cinemap, il cinema in periferia a Roma

Cinemap, il cinema in periferia a Roma

Roma, 8 gennaio 2019 – Quattro proiezioni a settimana, con ingresso gratuito, per vedere o rivedere sul grande schermo i titoli del cinema italiano. Il Cionemap, il d’essai dell’ Accademia Popolare dell’antimafia e dei diritti di Cinecittà-Don Bosco, dopo l’inaugurazione con Carlo Verdone apre il 2019 ampliando la programmazione. Doppio appuntamento il mercoledì con la nuova proiezione pomeridiana delle ore 17:30 seguita da quella tradizionale della sera alle ore 20, a cui si aggiungono gli spettacoli del venerdì alle ore 20 e del sabato alle ore 18. Si riparte il 9 gennaio con Miracolo a Milano di De Sica e Uomini contro di Francesco Rosi. Fantascienza, venerdì 11 gennaio, alle ore 20, con Mario Bava e Terrore nello Spazio (1965)
Salto nel 2001 con Gabriele Muccino e la più recente commedia dai risvolti un po’ amari L’ultimo bacio (sabato 12 gennaio alle ore 18), salvo poi rituffarsi nel passato per riscoprire una splendida Anna Magnani nei panni de L’onorevole Angelina, film a sfondo sociale diretto nel 1947 da Luigi Zampa (in prima proiezione il 16 gennaio alle 17:30). Omaggio poi al grande Alberto Sordi con Tutti a casa (in seconda proiezione il 16 gennaio alle ore 20).
Ingiustizie, soprusi, omertà e un omicidio a sfondo mafioso sono invece al centro del mafia-movie In nome della legge, film vincitore di tre Nastri d’Argento che, tratto dal romanzo autobiografico “Piccola pretura” del magistrato Giuseppe Guido Lo Schiavo e diretto nel 1949 da Pietro Germi, ci conduce fino a Sciacca, ad Agrigento, nel cuore della Sicilia, per seguire e appoggiare la battaglia (quasi solitaria) del pretore Guido Schiavi in nome della giustizia (venerdì 18 gennaio alle ore 20).
Si chiude invece con Scialla!, la più recente commedia diretta nel 2011 da Francesco Bruni (sabato 19 gennaio alle ore 18), la prima tranche di film che a fine gennaio cede il passo ai quattro movies del ciclo “Calendario civile” di avvicinamento al Giorno della Memoria: si comincia con L’oro di Roma di Carlo Lizzani (il 23 gennaio, in prima proiezione alle 17:30) e si prosegue con Concorrenza sleale di Ettore Scola (il 23 gennaio in seconda proiezione alle ore 20), Il portiere di notte di Liliana Cavani (il 25 gennaio alle ore 20) e Jona che visse nella balena di Roberto Faenza (il 26 gennaio alle ore 18).
Appuntamento, prima con la satira e poi con il dramma, mercoledì 30 gennaio con il film commedia Un giorno in pretura di Steno che eleva a vero protagonista e filo conduttore delle vicende di una tipica giornata in pretura l’ineguagliabile Peppino De Filippo nei panni del pretore Salomone Lo Russo (in prima proiezione alle 17:30) e con il film d’esordio del sorrentiniano Piero Messina, L’attesa, che ci porta nel più profondo sud della Sicilia per farci entrare in uno spaccato di vita in cui fantasmi e credenze religiose si mescolano all’intimo dramma della protagonista, nella perfetta interpretazione di Juliett Binoche, che si scioglie nella consapevolezza di un’assenza (in seconda proiezione alle ore 20). Chiudono il cerchio Italian Movies di Matteo Pellegrini (il primo febbraio alle ore 20) e Veloce come il vento di Matteo Rovere (il 2 febbraio alle ore 18).

Leggi anche