martedì, 20 agosto 2019

Bookciak azione, aperte le iscrizioni per l’8/a edizione

Bookciak azione, aperte le iscrizioni per l’8/a edizione

Roma, 13 gennaio – Realizza un bookciak e vinci la vetrina del Festival di Venezia. Al via le iscrizioni per partecipare all’edizione VIII del premio Bookciak, Azione! evento di pre-apertura delle Giornate degli Autori con SNGCI e SPI/CGIL che si svolgerà il prossimo 27 agosto alla villa degli Autori al Lido di Venezia.

Una grande festa alla vigilia della 76esima Mostra del cinema (dal 28 agosto al 7 settembre) insieme ai giornalisti accreditati al festival e agli addetti ai lavori, durante la quale saranno proiettati i bookciak vincitori: video di max 3 minuti ispirati a romanzi, graphic novel e quest’anno anche poesie. Perché quello dei bookciak è un formato del tutto innovativo e sperimentale che, diversamente dai book trailer, punta ad esaltare gli aspetti emotivi e visionari del testo, avvicinandosi ai territori della video arte.

Bookciak, Azione!, diretto da Gabriella Gallozzi, nasce per offrire ai giovani filmmaker una importante vetrina come il Festival di Venezia. La partecipazione è gratuita e aperta a concorrenti di non oltre 35 anni.

A scegliere i bookciak vincitori sarà la giuria permanente del premio composta dalla regista Wilma Labate, dalla critica cinematografica Teresa Marchesi e dal produttore indipendente Gianluca Arcopinto. Al loro fianco sarà un/una presidente di giuria che annunceremo nei prossimi mesi. Nelle precedenti edizioni si sono avvicendati Ugo Gregoretti, Citto Maselli, Ettore Scola, Gabriele Salvatores, Ascanio Celestini, Daniele Vicari e Lidia Ravera.

Due saranno le sezioni speciali anche quest’anno. Una ad hoc aperta alle detenute del liceo artistico statale Enzo Rossi presente nella casa circondariale femminile di Rebibbia a Roma. E la terza edizione di Memory Ciak, sezione dedicata alla memoria e realizzata in collaborazione con LiberEtà, casa editrice dello Spi-CGIL, con l’obiettivo di mettere a confronto le generazioni sui temi del lavoro e dell’impegno sociale e civile.

Questi i titoli a cui ispirarsi per realizzare i bookciak:
POESIE
La memoria nel corpo (Rayuela Edizioni)
di Antonella Sica
La memoria nel corpo è una raccolta di poesie. Brevissimi racconti che germogliano dai ricordi; dai corridoi di un collegio dove una bambina aspetta un padre che non arriverà mai, dalla stanza della nonna dove una donna cerca una sua identità non sottomessa, dal racconto di un amore pieno di slanci e arresti.

GRAPHIC NOVEL
War painters
1915-1918 Come l’arte salva dalla guerra (ComicOut)
di Laura Scarpa
Un graphic novel fra le trincee della Grande guerra con i pittori che, al seguito dei reggimenti, sono impegnati a raccontare il fronte nello spazio-mondo di una cartolina. Anna Colemann Ladd, scultrice che nel 1918 ricostruirà i volti distrutti di molti soldati con delle maschere-protesi di rame. E ancora soldati italiani e austriaci che per un momento dimenticano di essere nemici. Tre storie di guerra prese dalla realtà, che parlano dei lutti e di come l’arte cerchi, e a volte possa, aiutare a superarli o a lenire il dolore.

ROMANZO
La lettrice di Čechov (nottetempo)
di Giulia Corsalini
Nina è ucraina, ha quarant’anni, una figlia e un marito malato. Ha studiato, ama la letteratura e Čechov, ma è povera e non può mantenere la famiglia. Costretta a trasferirsi in Italia trova lavoro come badante. Una piccola svolta del destino la porterà a collaborare con un carismatico professore di slavistica. Colpisce al cuore questa esistenza minima, fatta di coraggio senza testimoni e, soprattutto, di dignità senza pretese come quella delle donne che ogni giorno mandano avanti il mondo.

SEZIONE MEMORY CIAK
La bella Sulamita (LiberEtà)
di Renato Gorgoni
A Napoli, scatola magica da cui estrarre fame, delusioni, ma anche riscatto e identità, una banda di ragazzini si scrolla di dosso la pagliacciata del fascismo, addentando la vita a morsi prima che la guerra gliela rubi. La ribellione avrà una firma collettiva: la storica figurina Perugina de La bella Sulamita, che con Il feroce Saladino, Crik e Crok e Shanghai Lil, erano parte dell’immaginario di un’Italia povera, divisa tra cupo conformismo e ribellione.

La sezione Memory Ciak è gemellata con Spi-Story, concorso internazionale di cortometraggi organizzato da LiberEtà e Spi-CGIL. Ogni concorrente, per realizzare il suo bookciak, potrà scegliere un solo titolo tra questi. Per partecipare è necessario iscriversi entro e non oltre il 15 giugno 2019 inviando mail a info@bookciak.it, con i propri dati e specificando quale libro si è scelto. I bookciak andranno consegnati via mail entro il 10 luglio 2019.

Leggi anche