domenica, 28 novembre 2021

Al via Ids Academy e Ids Industry a Torino con 10 progetti finalisti

Al via Ids Academy e Ids Industry a Torino con 10 progetti finalisti

Roma, 23 novembre – Dopo il successo di IDS Academy Series a Cagliari, tornano nuovamente in presenza le storiche sezioni di Italian Doc Screenings, IDS Industry e IDS Academy che si svolgeranno a Torino dal 26 novembre al 1° dicembre 2021, nell’ambito della 4^ edizione di TFI – Torino Film Industry, con il sostegno del Ministero della Cultura e di Film Commission Torino Piemonte.
IDS Industry, alla XV edizione, dedicherà una particolare attenzione alle trasformazioni del panorama audiovisivo indotte dalla svolta digitale, ponendo con urgenza il tema della ridefinizione del servizio pubblico al tempo delle piattaforme e degli algoritmi nella costruzione e nell’orientamento dell’audience. Se ne discuterà con i broadcaster internazionali invitati nei TALK AND SHARE dei giorni 28 e 29 novembre negli spazi del Museo del Risorgimento e del Circolo dei Lettori di Torino.
In apertura la conversazione tra Francesca Bria, esperta di Intelligenza Artificiale e Consigliera d’Amministrazione RAI e Juan Carlos De Martin, Vice Rettore per la Cultura e la Comunicazione del Politecnico di Torino, curata dal produttore Massimo Arvat e dal presidente di Doc/it Francesco Virga.
Si proseguirà con la riflessione su documentari e servizio pubblico con Caroline Behar di France Télévisions, Claudia Bucher di ARTE G.E.I.E. e Duilio Giammaria direttore di RAI Documentari. Un incontro incentrato sulla produzione indipendente con i contributi di Karina Laterza, vice-direttrice di RAI Documentari, Paolo Manera, direttore di Film Commission Torino Piemonte e Vice-presidente di Italian Film Commission, insieme ai produttori Olivier Mille di Artline Films, Arnaud Xainte di Illégitime Défense.
Ancora la distribuzione del documentario dopo la pandemia con Peter Drössler di Dok.At, Pedro Filipe Marques di Apordoc, Marion Schmidt di DAE – Documentary Association of Europe e Julia Teichmann di German Films

IDS Academy, invece, giunto alla sua VII edizione, offrirà ai selezionati, con e senza progetto, tre giornate di laboratorio intensivo in cui sviluppare al meglio la propria idea guidati da tutor con esperienza internazionale.
Trai i 10 i progetti selezionati per la VII edizione di IDS Academy: Arctic Blue di Ismaele Tortella su un fotografo naturalista giramondo immerso nell’inverno artico, Comprami di Egidia Morabito sul sex work online, Fine Stagione di Giulio Gobbetti sul rifiorire di una piccola località di mare dopo il lungo letargo invernale I Due Volti di Palermo di Sergio Ruffino sul sindaco di Palermo che si è ribellato alla mafia, I Ricambi di Aida di Maria Antonietta Mariani sulle piccole e grandi sfide quotidiane in un mondo di uomini della tunisina protagonista, Il Libro D’ore di Margherita Malerba un percorso nel segno della letteratura in 12 storie, Io Da Qui Non Me Ne Vado di Emiliano Trovati sull’occupazione di un appartamento nella periferia romana, Myra di Giovanni Grandoni e Daniela Mitta su una poetessa ispanoamericana vivente, Saxappeal – Musica Per Fare L’amore” del torinese Paolo Campana su un ex dj alla ricerca dell’amore perduto per la musica, e Tijal – Isola Felice della torinese Demetra Birtone sulla comunità spirituale di Damanhur.
I partecipanti senza progetto selezionati in quest’edizione sono: Floriana Durante, Michele Furfari, Federica Lemme, Alessio Sbrana, Giulio Tonincelli, ai quali si aggiungono i cinque talent torinesi Rosa Canosa, Andrea Colzani, Daniele Lince, Maren Ollmann, Sarika Strobbe che si sono distinti negli ultimi anni nell’ambito della produzione audiovisiva in Piemonte.

In apertura alla sei giorni di Torino, l’appuntamento online del 24 novembre ospiterà i registi Ruggero di Maggio e Davide Gambino per il case study su Vendetta – guerra nell’antimafia la docu-serie di Netflix che è uno dei progetti in sviluppo che parteciparono all’edizione IDS Academy del 2016.
Tra le masterclass della sezione Academy il racconto del viaggio verticale lungo 700 metri nel ventre dell’Abisso del Bifurnio in occasione della realizzazione del film Il buco, Premio Speciale della Giuria alla 78esima edizione della Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, insieme al regista Michelangelo Frammartino e al produttore Marco Serrecchia, curato dalla produttrice Adriana Bruno, in collaborazione con il Museo della Montagna.
Il regista e produttore di Do The Right Film, Fred Kuwornu, terrà invece la masterclass dal titolo “Rappresentare la società multietnica in Italia” per comprendere quanto la diversità sia diventata una risorsa importante nella produzione unscripted.

IDS Academy 2021 – Rough Cut Lab, che avrà luogo invece il 1° dicembre a chiusura dell’evento torinese, è la giovane sottosezione, giunta al secondo anno, rivolta a team di produzione (montatori/registi/produttori) i cui progetti sono stati finanziati attraverso il Piemonte Doc Film Fund che hanno un progetto in fase di rough cut e cercano un feedback di esperti prima di chiudere il montaggio. A essere selezionato per questa sottosezione è Il ciliegio di Rinaldo realizzato da tre piemontesi: il regista Alessandro Azzarito, il produttore Alessandro Pugno per Papavero Films e il montatore Enrico Giovannone. Il film racconta l’incredibile storia d’amicizia tra Emanuele, giovane rampollo di una famiglia di medici, e Rinaldo, un vecchio senza figli, che sfida la morte per insegnare a Emanuele a “leggere la natura” e a realizzare il suo sogno, diventare contadino, nonostante i desideri della famiglia.

Nel board di IDS: Massimo Arvat, Edoardo Fracchia, Heidi Gronauer, Laura Longobardi, Pinangelo Marino, Massimo My, Georg Tschurtschenthaler e Marco Visalberghi; Adele Dell’Erario è Coordinatrice generale e Lucia Pornaro responsabile dei rapporti internazionali. Presidente Doc/it: Francesco Virga.

Leggi anche