mercoledì, 13 dicembre 2017

15 film in lizza per il David Giovani

15 film in lizza per il David Giovani

Roma, 3 ottobre – Oltre 5.000 studenti chiamati a vestire i panni di giurati, 150 istituti scolastici italiani coinvolti, quindici film in programma da ottobre a gennaio. Sono i numeri dell’edizione 2017/2018 del Premio David Giovani, istituito nel 1997 ed assegnato, nell’ambito dei David di Donatello, al film più votato da una giuria di giovani delle scuole secondarie di secondo grado.

 

A venti anni dalla sua nascita, il Premio David Giovani, promosso da Agiscuola con il sostegno del MiBACT e del Miur, aprirà domani le proiezioni con SICILIAN GHOST STORY di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza. Già annunciati, inoltre, IL COLORE NASCOSTO DELLE COSE di Silvio Soldini (11 ottobre), TUTTO QUELLO CHE VUOI di Francesco Bruni (18  ottobre), GATTA CENERENTOLA di Alessandro Rak e Ivan Cappiello (25 ottobre), GRAMIGNA di Sebastiano Rizzo (8 novembre), L’EQUILIBRIO di Vincenzo Marra (15 novembre), IL PUGILE DEL DUCE di Tony Saccucci (22 novembre). A questi, si aggiungeranno altri 8 film, pronti a contendersi l’ambito premio e succedere a Pif, vincitore con IN GUERRA PER AMORE dell’edizione passata. Al termine di ogni proiezione, tutte le giurie avranno un incontro con gli autori del film stesso,  con critici o con esperti cinematografici.

 

“Nel corso degli anni – commenta il Presidente Agiscuola, Luciana Della Fornace – il David Giovani ha visto una crescita esponenziale di partecipazione sia da parte degli studenti che degli istituti italiani. E’ la testimonianza di quanto sia importante, per i giovani, la formazione attraverso il coinvolgimento diretto con la fruizione filmica. E’ la risposta è stata, nel corso delle edizioni, sempre più sorprendente, come testimonia la qualità delle opere che hanno ricevuto dagli studenti il David”.

Tra i film vincitori negli anni scorsi, infatti, solo per citarne alcuni, Io non ho paura di Gabriele Salvatores, Romanzo criminale di Michele Placido, 20 sigarette di Aureliano Amadei, Scialla! di Francesco Bruni, Noi e la Giulia di Edoardo Leo, La corrispondenza di Giuseppe Tornatore.

 

 

Leggi anche